I criteri di certificazione della formazione a distanza

Allegato 1 - Accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011



La Formazione via e-Learning sulla sicurezza e salute sul lavoro



Premessa La formazione alla sicurezza svolta in aula ha rappresentato tradizionalmente il modello di formazione in grado di garantire il più elevato livello di interattività. L'evoluzione delle nuove tecnologie, del cambiamenti del ritmi di vita (sempre più frenetici e, quindi, con poco tempo a disposizione) e della stessa concezione della formazione, al sensi delle linee guida per il 2010 concordate tra Governo, Regioni e parti sociali, in uno con l'esigenza sempre più pressante di soddisfare gli interessi dell'utente, hanno reso possibile l'affermazione di una modalità peculiare e attuale di formazione a distanza, Indicata con il termine e-Learning

Per e-Learning si intende un modello formativo Interattivo e realizzato previa collaborazione interpersonale all'interno di gruppi didattici strutturati (aule virtuali tematiche, seminari tematici) o semistrutturati (forum o chat telematiche), nel quale operi una piattaforma informatica che consente al discenti di interagire con i tutor e anche tra loro.

Tale modello formativo non si limita, tuttavia, alla semplice fruizione di materiali didattici via Internet, all'uso della mail tra docente e studente o di un forum online dedicato ad un determinato argomento ma utilizza la piattaforma informatica come strumento di realizzazione di un percorso di apprendimento dinamico che consente al discente di partecipare alle attività didattico- formative In una comunità virtuale. In tal modo si annulla di fatto la distanza fisica esistente tra i componenti della comunità di studio, in una prospettiva di piena condivisane di materiali e conoscenze, di conseguenza contribuendo alla nascita di una comunità di pratica online.

A questo scopo, ruolo fondamentale è riservato agli e-tutor, ossia ai formatori, i quali devono essere In grado di garantire la costante raccolta di osservazioni, esigenza e bisogni specifici degli utenti, attraverso un continuo raffronto con utenti, docenti e comitato scientifico. Nell'attività e-learning va garantito che i discenti abbiano possibilità di accesso alle tecnologie Impiegate, familiarità con l'uso del personal computer e buona conoscenza della lingua utilizzata.

La formazione via e-Learning

Si potrà ricorrere alla modalità e-Learning qualora ricorrano le seguenti condizioni:

a) Sede e strumentazione

La formazione può svolgersi presso la sede del soggetto formatore, presso l'azienda o presso il domicilio dal partecipante, purché le ore dedicate alla formazione vengano considerate orario di lavoro effettivo. La formazione va realizzata attraverso una strumentazione idonea a permettere l'utilizzo di tutte le risorse necessarie allo svolgimento del percorso formativo ed il riconoscimento del lavoratore destinatario della formazione.

b) Programma e materiale didattico formalizzato

Il progetto realizzato dovrà prevedere un documento di presentazione con le seguenti informazioni:

• Titolo del corso;
• ente o soggetto che lo ha prodotto;
• obiettivi formativi;
• struttura, durata e argomenti trattati nelle unità didattiche. Tali Informazioni non sono necessarie In relazione alla formazione del lavoratori, trattandosi di formazione generale. Se del caso, ove previsto dal presente accordo, devono essere Indicati I rischi specifici del comparto produttivo di appartenenza e sul quali si svolgerà attività di formazione;
• regole di utilizzo del prodotto;
• modalità di valutazione dell'apprendimento;
• strumenti di feedback.


c) Tutor

Deve essere garantito un esperto (tutor o docente) a disposizione per la gestione del percorso formativo. Tale soggetto deve essere In possesso di esperienza almeno triennale di docenza o Insegnamento o professionale In materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro maturata nel settori pubblici o privati.

d) Valutazione

Devono essere previste prove di autovalutazione, distribuite lungo tutto il percorso.
Le prove di valutazione "in itinere" possono essere effettuate (ove tecnologicamente possibile) in presenza telematica. La verifica di apprendimento finale va effettuata in presenza. Delle prove e della verifica finale deve essere data presenza agli atti dell'azione formativa.

e) Durata

Deve essere indicata la durata del tempo di studio previsto, il quale va ripartito su unità didattiche omogenee. Deve essere possibile memorizzare i tempi di fruizione (ore di collegamento) ovvero dare prova che l'intero percorso sia stato realizzato. La durata della formazione deve essere validata dal tutor e certificata dai sistemi di tracciamento della piattaforma per l'e-Learning.

f) Materiali
Il linguaggio deve essere chiaro e adeguato ai destinatari. Deve essere garantita la possibilità di ripetere parti del percorso formativo secondo gli obiettivi formativi, purché rimanga traccia di tali ripetizioni in modo da tenerne conto in sede di valutazione finale, e di effettuare stampe del materiale utilizzato per le attività formative.

L'accesso al contenuti successivi deve avvenire secondo un percorso obbligato (che non consenta di evitare una parte del percorso).

  • Formazione attrezzature PLE in AGUSTAWESTLAND
    Al via le attività di formazione e addestramento pratico per addetti PLE (piattaforme di lavoro mobile elevabile) per i siti industriali AGUSTAWESTLAND di Casina Costa e Vergiate.
  • Un'opportunità da non perdere: fondimpresa: al via l'opzione 80% per la formazione dei lavoratori
    Si ricorda che partire dal 1° gennaio 2015 ciascuna impresa aderente a Fondimpresa può chiedere di ricevere sul proprio Conto Formazione l’80%, dei versamenti dello 0,30% acquisiti da Fondimpresa tra (..)
  • Formazione e addestramento attrezzature
    ATTREZZATURE DI LAVORO: SCADENZA OBBLIGO FORMATIVO: L'Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012 individua le attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione e stabilisce i (..)
  • Regione Lombardia: 500 milioni per lo smobilizzo di crediti fra imprese
    Dal 29 gennaio Regione Lombardia mette a disposizione 500 milioni di euro per dare liquidità a tutte le imprese con sede operativa o legale sul territorio lombardo che vantano crediti verso altre azie (..)
  • Attività formative Co-finanziate
    Cluster SRL ha avviato in collaborazione con la Fondazione Enaip Lombardia due progetti formativi aziendali in materia di salute e sicurezza per lavoratori, preposti, dirigenti, addetti PS e AI, carre (..)
  • Corso FAD-E-learning: Movimentazione Manuale Pazienti in ambito ospedaliero
    In relazione a quanto indicato nel Decreto della Regione Lombardia del 6 novembre 2013, n. 10087 - Riconoscimento della formazione specifica in modalità e-learning dei lavoratori in sanità, il catalo (..)
  • Formazione ed esperienza del lavoratore nell’uso di una attrezzatura
    L’attività di formazione dei lavoratori alla quale è tenuto il datore di lavoro non é esclusa dal personale bagaglio di conoscenze del lavoratore formatosi per effetto di una lunga esperienza lavorati (..)
  • Libretto formativo del cittadino
    La piattaforma WORKSAFETY si amplia di un servizio fondamentale di gestione degli aspetti organizzativi relativi alla formazione obbligatoria. Per maggiori informazioni entrate nella sezione dedicat (..)
  • Finanziamenti formazione
    Fondimpresa accantona nel conto individuale di ciascuna azienda aderente, denominato "Conto Formazione", una quota pari al 70% del contributo obbligatorio dello 0,30% sulle retribuzioni dei propri dip (..)
  • Sentenze dalla Cassazione su internet gratis: da oggi accesso per tutti
    Da oggi qualsiasi cittadino potrà accedere al sistema gratuito, messo a disposizione dalla Corte di Cassazione, per cercare e leggere le sentenze e tutti gli altri provvedimenti pubblicati dalla stess (..)
  • Affiliazioni e servizi
    (function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fj (..)
  • Colpevole per l'infortunio del dipendente il datore di lavoro che non somministra la formazione obbligatoria
    Pronunciandosi su una vicenda che vedeva imputato un datore di lavoro, il quale era stato condannato per un infortunio occorso ad un dipendente a causa dell'ommessa formazione obbligatoria, la Cassazi (..)
  • Pubblicato il bando Isi 2014
    L'Inail mette a disposizione 267.427.404 euro per finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I destinatari (..)
  • SAFETY GUARDIAN
    PIATTAFORMA SOFTWARE DI SUPPORTO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITÀ DI GESTIONE ACCESSI AI SITI PRODUTTIVI Il ruolo che l’informazione assume nei confronti della sicurezza pratica ha risvolti e finalità (..)
  • TU NEWS: Edizione dicembre 2014 D. Lgs 81/2008
    E' stata recentemente pubblicata una nuova versione aggiornata del testo unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro - D. LGS. 81/08. Scaricate la versione aggiornata del Testo Unico (..)
  • SAFETY INFO: gestione accessi negli ambienti produttivi
    CLUSTER SR ha sviluppato un servizio integrato per la gestione degli aspetti informativi rivolti ai visitatori delle aree produttive: SAFETY INFO SAFETY INFO e' un sistema di formazione continua (..)
  • Corsi di formazione Attrezzature
    In relazione all' Accordo del 22 febbraio 2012 concernente l’individuazione delle attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori Cluster SRL organizza corsi (..)
Uffici Sede Legale : Varese (VA) Via Maspero, 5 - 21100 Tel. 0331 782901 - Fax 0331 790171
Uffici Sede Operativa : Pavia (PV) Via dei Mille, 175 - 27100 Tel. 0382 21909 - Cell. 345 2949402 - Fax 0382 21233
Cluster srl - Formazione Sicurezza sul lavoro Srl Società Unipersonale - P.Iva 03183420128 - C.Fisc 03183420128 - Mail: corsi.cluster@gmail.com
Pag Script Qstring
Vms sx Vms dx Vms sx + dx Center Sortable
Limit Lang